martedì 30 dicembre 2008

BILANCIO DI PREVISIONE 2009: PIEVE A DIFESA DEL WELFARE, DEL BENESSERE E DELLA COESIONE SOCIALE

Il 19 Dicembre abbiamo approvato in Consiglio Comunale il Bilancio di Previsione 2009con 12 voti favorevoli da parte della maggioranza e 5 contrari della minoranza.
Il Bilancio per il 2009 risente della Legge Finanziaria del Governo Nazionale che ha tagliato a tutti gli Enti Locali oltre 9 mld di euro in tre anni, oltre ai tagli previsti per la scuola pubblica (8mld) e alla sanità (9 mld).

Sul versante della spesa corrente (le spese fisse) si assiste ad una riduzione di oltre 600.000 euro rispetto al 2008 e sul fronte delle entrate vi è una riduzione di oltre 300.000 euro sempre rispetto il 2008.

A fronte di questi tagli e riduzioni, la scelta fondamentale del Comune di Pieve è stata quella di salvaguardare i servizi sociali ed educativi: dall’assistenza domiciale agli anziani, ai contributi per l’affitto, dall’asilo nido, ai servizi per il trasporto scolastico e la refezione.
I costi dei servizi hanno subito un aumento in questi anni compensato da una riduzione delle spese in altri settori senza influire sulle “tasche” dei cittadini. La % di copertura dei servizi (la % di quanto le famiglie pagano rispetto al costo totale dei servizi) è diminuita del 20% circa dal 2007 al 2009. Il Comune di Pieve intende quindi sostenere le famiglie, gli anziani e in generali le fascie sociali più deboli in un momento di profonda crisi socio-economica. Per il 2009 è previsto un incremento delle tariffe dei servizi a domanda individuale del solo 1,7% molto al di sotto dell’inflazione reale.

Nel 2009 inoltre, aumenterà del 4,3% la TARSU. Un aumento giustificato dal 3 motivi:
i rifiuti di Pieve non potranno più confluire nella discarica di Sant’Agostino (dove il costo era di 91 euro a tonnellata) ma verranno conferiti in quella di Galliera (dove il costo di conferimento è pari a 108 euro a tonnellata);
l’aumento di costi per il funzionamento della SEA (Stazione ecologica attrezzata di via Zallone);
l’ipotesi di iniziare la raccolta differenziata porta a porta verso la fine del 2009 limitatamente alla zona industriale-artigianale di Pieve.

Sul fronte degli investimenti, considerato l’inasprimento del patto di stabilità del Governo, si è deciso di selezionare alcune priorità fra i tanti interventi che sarebbero necessari a Pieve. Gli interventi che verranno realizzati nel 2009 sono coerenti con i bisogni più impellenti del nostro comune e con il tentativo di sostenere la coesione sociale che caratterizza Pieve. Fra i più importanti sottolineo la manutenzione delle strade, la manutenzione del cimitero, l’asfaltatura del primo tratto di marciapiedi di via Gessi e la manutenzione degli impianti sportivi.

Un bilancio di contenimento, di rispetto dei limiti e degli obblighi previsti dalle leggi, ma che, allo stesso tempo, si prefigge di mantenere inalterati il livello e la qualità dei servizi fino ad oggi erogati. Un Bilancio dunque che tiene conto del periodo delicato di difficoltà economica e occupazionale che sta attraversando molte famiglie e individui, purtroppo anche della nostra comunità.

martedì 23 dicembre 2008

IL NOSTRO PERCORSO E' GIA' UN SUCCESSO











Due articoli oggi sui giornali in merito al percorso partecipativo e trasparente che stiamo intraprendendo!
Il Riformista, pur con qualche errore, scrive del rinnovamento del nostro progetto e del segnale di cambiamento in atto!
Anche il Domani di Bologna scrive ed elogia il nostro percorso!!!

Ci tengo a precisare che la giornalista che ha scritto l'articolo sul Riformista ha commesso una grave imprecisione nell'interpretazione dei risultati elettorali delle amministrative 2004 e delle politiche 2006 in quanto:
1) Non è corretto paragonare i dati delle amministrative del 2004 (dove il Sindaco Milena Correggiari era ed è sostenuta da una lista civica appoggiata dai partiti di centrosinistra) al risultato del PD alle elezioni politiche del 2008;
2) Non è vera nè basata su alcun fondamento la considerazione di un possibile calo di consensi nei confronti dell'attuale Sindaco basandosi sul confronto dei due dati elettorali (peraltro non confrontabili in tal modo). Tradizionalmente il Sindaco di Pieve di Cento, alla prova amministrativa, ha sempre ottenuto più voti rispetto alla somma dei voti dei partiti di centrosinistra alle elezioni politiche proprio perchè i candidati sindaci di centrosinistra del nostro comune hanno sempre deciso di dare vita e di presentarsi sostenuti da una lista civica dando la possibilità anche a cittadini non iscritti ai partiti di candidarsi al Consiglio Comunale e di essere scelti dal Sindaco per il ruolo di Assessore.
Ci tengo quindi a sottolinare il mio dissenso nei confronti di questa parte dell'articolo che è totalmente sbagliata e scorretta, oltre che offensiva nei confronti del lavoro del Sindaco Milena Correggiari.

lunedì 22 dicembre 2008

COMUNICATO STAMPA: AL VIA IL PRIMO PROGRAMMA PARTECIPATO PER PIEVE


COMUNICATO STAMPA
Pieve di Cento,
18 dicembre 2008
MACCAGNANI DA’ IL VIA AL PRIMO PROGRAMMA
PARTECIPATO DI PIEVE

Costituiti 4 gruppi di lavoro per creare un programma condiviso dai cittadini

Ha preso il via il percorso di costruzione del programma che sosterrà Sergio Maccagnani come
candidato sindaco. Mercoledì sera sono stati costituiti i quattro gruppi di lavoro che nell’arco dei prossimi mesi si occuperanno di collaborare alla stesura di un programma politico partecipato e condiviso dai cittadini di Pieve.
La risposta di Pieve è stata eloquente. Fino a oggi si sono iscritte ai gruppi tematici oltre 40 persone, dimostrando che il percorso di apertura, partecipazione e trasparenza intrapreso da Maccagnani è l’unico possibile per poter dialogare con i cittadini. Gli iscritti rappresentano un gruppo capace, il cui valore aggiunto è dato dalle diverse competenze e dalla presenza di persone che rappresentano ogni fascia d’età.
I gruppi di lavoro sono aperti a tutti coloro che fanno riferimento ai valori del centro-sinistra, iscritti e non iscritti ai partiti.
I quattro gruppi identificati sono: ambiente/città sostenibile, sviluppo economico, culture/integrazione e welfare/servizi alla persona. Il lavoro dei gruppi partirà a gennaio dalle problematiche che Maccagnani ha messo in evidenza durante l’incontro, per poi allargarsi a tutti i temi che i partecipanti riterranno rilevanti. Per ogni gruppo è stato nominato un facilitatore che ha funzioni di organizzazione e coordinazione. Ambiente/città sostenibile avrà come facilitatore Flavia Gamberini, Alessandro Pirani per lo sviluppo economico, Laura Pozzoli per cultura/integrazione e Tiziana Ramponi per welfare/servizi alla persona.
Il lavoro effettivo dei gruppi inizierà a gennaio; le iscrizioni saranno aperte durante tutto il periodo di lavoro.
Come ha sottolineato il candidato Sindaco Maccagnani, “partecipare significa essere protagonisti attivi del cambiamento della politica e di Pieve”.
Un percorso davvero innovativo quello scelto, che dimostra come le giovani generazioni possano riuscire a cambiare le “vecchie” logiche e a contribuire al rinnovamento del modo di pensare e fare politica.

giovedì 18 dicembre 2008

LA LITTIZZETTO RISPONDE AI DELIRI BERLUSCONIANI

Ridiamo un pò con la risposta della Littizzetto alle critiche berlusconiane sul programma "Che tempo fa"!!!!

CONTRO IL DEGRADO ETICO E MORALE DEI POLITICI NAZIONALI: L'INNOVAZIONE E IL RINNOVAMENTO POLITICO DI PIEVE

Le inchieste e gli arresti che stanno travolgendo il progetto del PD non devono farci cadere nella tentazione di giungere ad un giudizio generalizzato negativo sulla politica.
È evidente, infatti, che in alcune aree del nostro Paese l’interesse pubblico passa sistematicamente in secondo piano rispetto gli interessi privati/privatistici. I fatti di Napoli, dell’Abruzzo e della Basilicata sono ingiustificabili per un partito come il PD. È giusto parlare di etica e di questione morale di alcuni personaggi dei partiti italiani (anche di centrodestra e non solo di centro-sinistra). Non è però giusto pensare che la politica sia uguale dappertutto, che i partiti politici non siano più i luoghi dove ideare e condividere le politiche per il bene comune.
A Pieve stiamo dimostrando che l’innovazione e il rinnovamento delle modalità di fare politica è possibile. Con la mia candidatura “dal basso” (oltre 154 firme in 2 settimane), con la creazione di un programma partecipato e aperto a tutti gli iscritti e non iscritti (attraverso i 4 gruppi di lavoro), con la scelta dei partiti di centro-sinistra di non prevedere la nomina di possibili cariche esecutive future sulla base della rappresentatività dei medesimi (ma di lasciare la libertà al candidato di individuare le persone fra le più capaci e competenti indipendentemente dall’appartenza ad un partito), a livello locale stiamo già lanciando segnali forti di apertura , di trasparenza e di correttezza. Il cambiamento è quindi già in atto a Pieve. Il successo dipenderà dal nostro impegno, dalla volontà e dalla passione di tutti noi, cittadini di Pieve, di contribuire a realizzare una nuova fase politica. DA DENTRO IL SISTEMA E NON FACENDO I GRILLINI!

lunedì 15 dicembre 2008

SETTIMANA DI CONSIGLI














Si apre una settimana di numerosi e importanti eventi "istituzionali".

Si parte oggi Lunedì 15 Dicembre con il Consiglio dell'Unione Reno Galliera. Alle ore 18 a Castel Maggiore, diversi saranno i punti all'odg fra cui il Bilancio di previsione 2009 e le Convenzioni sui servizi gestiti dall'Unione.

Venerdì 19 Dicembre alle ore 20 si terrà il Consiglio Comunale di Pieve. Fra i punti più importanti segnalo: il Bilancio di previsione 2009, l'approvazione dell'Accordo per l'acquisizione dell'area in via Cremona per la realizzazione del nuovo centro sportivo comunale, il regolamento sugli incentivi economici relativi al conferimento di rifiuti differenziati presso la SEA di via Zallone (a partire dal 2009) e il regolamento per il trasporto e l'accompagnamento di anziani e disabili presso luoghi di cura.

A presto con le prime considerazioni politiche sui contenuti dei temi discussi!

martedì 9 dicembre 2008

MERCOLEDI' 17 DICEMBRE: PRIMO INCONTRO GRUPPI DI LAVORO

Mercoledì 17 Dicembre alle ore 20e30 presso la Casa del Popolo di via Melloni 6 è fissato il primo incontro dei quattro gruppi di lavoro creati in vista delle elezioni 2009.
L'incontro sarà l'occasione per fornire alcune informazioni di contesto e per condividere le modalità di lavoro dei gruppi. L'inizio del lavoro operativo di ciasun grupppo è previsto per inizio Gennaio.
I gruppi di lavoro sono 4: ambiente e sviluppo sotenibile, sviluppo economico, cultura e integrazione, welfare e servizi alla persona.
La partecipazione è aperta a tutti, iscritti e non iscritti ai partiti! E' possibile iscriversi per e-mail agli indirizzi: info@sergiomaccagnani.com; pdpievedicento@gmail.com o telefonare ai numeri 3473104998 o 339 8907981.
Vi aspettiamo!!!

PICCOLI GESTI PER ALIMENTARE LA COESIONE SOCIALE


Vi è mai capitato di vedere qualcuno che scaricava un frigo di fianco al bidone della spazzatura? Vi è mai capitato di informarlo/a che quello non era il luogo adatto per lasciare quel genere di rifiuti ingrombanti? Vi è mai capitato di spiegare che esiste una stazione ecologica a Pieve di Cento in via Zallone dove poter portare questi rifiuti? E se poi la/e persona/e erano straniere?

Bè a me è capitato e le persone in questione, dopo aver ripetutamente ringraziato per l'informazione di cui erano ignari, si sono rimesse in spalla il frigo per riportarlo a casa e successivamente alla stazione ecologica.

Superare la tendenza all'individualismo è un'opportunità per pensare al bene comune. Che è nostro. Di tutta la nostra comunità. Informare-ci per farlo rispettare è un nostro diritto/dovere. Le piccole pratiche quotidiane possono alimentare la coesione sociale. Allontanare l'indifferenza e la paura. Farci sentire “buoni cittadini”.

venerdì 5 dicembre 2008

12 DICEMBRE SCIOPERO GENERALE: LO SPI CIGL DI PIEVE ORGANIZZA UN PULMANN



Il 12 Dicembre la CGIl ha indetto lo SCIOPERO GENERALE di tutte le categorie per protestare contro le politiche economiche decise da questo governo e la mancanza di risposte adeguate alla crisi.
Con lo slogan “Più lavoro, Più salario, Più pensioni, Più diritti” la maggiore organizzazione sindacale italiana intende rendere manifesta la situazione di milioni di famiglie, lavoratori e pensionati che faticano ad arrivare a fine mese. Lo sciopero sarà anche l’occasione per ribadire che la CIGL non è solo l’organizzazione CONTRO le politiche di questo Governo ma anche la struttura che ha elaborato e proposto al Governo specifiche misure anti-crisi.

L’appuntamento a Bologna è alle 9:00 in piazza XX Settembre. Sarà presente Epifani, Segretario Generale della CGIL.

Anche Pieve sarà presente! Lo SPI CGIL ha organizzato un pulmann che partirà da Pieve la mattina stessa. Per info e prenotazioni rivolgersi allo SPI CGIL o contattaci per e-mail all’indirizzo pdpievedicento@gmail.com

mercoledì 3 dicembre 2008

DA UN PASSATO INSOSTENIBILE AD UN FUTURO "TERRITORIALE" SOSTENIBILE

Dal recente rapporto “Ecosistema Rischio”, realizzato da Legambiente e Protezione Civile, è emerso che l’89% dei comuni dell’Emilia Romagna è a rischio frana o alluvione (o ambedue). Durante le “prime” incessanti piogge di questa stagione, a Malalbergo il fiume Reno è esondato e fra Pieve e Cento abbiamo vissuto momenti di panico. Gli effetti dei mutamenti climatici sono una causa importante ma non l’unica. È necessario iniziare a ragionare anche sulle inevitabili conseguenze di una gestione incontrollata del territorio. Negli ultimi 10 anni gli sviluppi urbanistici hanno determinato un incremento di popolazione a Cento del 17,7%, a Castello d’Argile del 40%, a San Giorgio di Piano del 26,6%, a San Pietro in Casale del 20,5%. Unica eccezione: Pieve (il cui aumento è stato del 3,7%). Fra i comuni della Reno Galliera il nostro risulta essere quello con il minor incremento della popolazione (e di conseguenza con l’indice di vecchiaia più alto). La scelta passata di non urbanizzare in maniera sfrenata è stata una decisione politica molto lungimirante. Il PSC di Pieve adottato recentemente è in linea con questa visione. Gli sviluppi dei comuni confinanti hanno e stanno determinando ripercussioni “negative” anche su Pieve (pensiamo alla viabilità). Impegnamoci quindi a ragionare di più a livello di territorio vasto (bene il PSC associato). Impariamo di più ad ascoltare i consigli di Legambiente. Adoperiamoci di più a seguire buone pratiche per la gestione del territorio e per ridurre il rischio idrogeologico!

lunedì 1 dicembre 2008

FRA INSTABILITA’ E STABILITA’ QUEL CHE CONTA E’ IL PROGETTO POLITICO

Pur non essendo un amante della propaganda politica fine a se stessa, quello che è accaduto in questi mesi di Governo Belusconi è paradossalmente e realisticamente assurdo.
Il decreto anti-crisi di Berlusconi-Tremonti pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale prevede 5 miliardi di euro di spesa. Questa cifra è sicuramente meglio di niente, ma come dice Scalfari nell’editoriale di Repubblica di ieri, se non fosse stata abolita l’ICI e se Alitalia fosse stata ceduta ai francesi prima delle elezioni, l’importo a favore delle famiglie e dei redditi deboli poteva arrivare a 20 miliardi di euro.
Infine la notizia che mi ha sollevato fumi d’ira riguarda la decisione di ridurre le detrazioni fiscali introdotte da Bersani per i privati che investiranno sulle forme alternative di risparmio energetico. Addirittura la misura riguarda anche coloro che hanno sostenuto spese nel 2008.
In un momento in cui Obama prevede di investire nei prossimi 10 anni 150 miliardi di dollari per incentivare lo sviluppo dell’”industria verde”, in cui i principali Paesi Europei tentano di uscire dalla crisi economica proprio puntando su questo settore, il nostro Governo assume questa decisione. Dalla fragilità tanto criticata del governo Prodi, siamo passati dunque ad un Governo stabile, che ci governà per i prossimi 4 anni e mezzo, che ci incita, con le evidenti difficoltà ad arrivare a fine mese, a consumare per risollevare l’economia nazionale. Mi piacerebbe sapere qual’è il progetto di queste persone, dove pensano di portarci!!!

sabato 29 novembre 2008

ABBIAMO ADOTTATO IL PSC



Nel Consiglio Comunale del 27 Novembre abbiamo adottato il PSC (Piano Strutturale Comunale), il nuovo piano urbanistico che sostituirà il "vecchio" Piano Regolatore. Il PSC è stato adottato con i voti favorevoli di tutto il gruppo di maggioranza.

Ora il Piano è depositato presso gli uffici comunali per 60 giorni. Tutti i cittadini avranno l'opportunità di studiare e di fare osservazioni al Piano adottato entro appunto i prossimi 60 giorni.

Diversi i motivi di soddisfazione per il futuro sviluppo urbanistico di Pieve di Cento:
1) la pianificazionie dello sviluppo di Pieve in coordinamento con gli altri comuni dell'Unione Reno Galliera;
2) la centralità di uno sviluppo urbanistico equilibrato e sostenibile
3) l'individuazione delle grandi arterie viarie
4) la centralità delle riqualificazioni
5) la possibilità di valorizzare in ottica turistica la fascia di rispetto del Reno

giovedì 27 novembre 2008

LA MIA CANDIDATURA

Questa sera, 19 Novembre, ho presentato davanti ad un pubblico numeroso, la mia candidatura a Sindaco di Pieve di Cento in occasione delle elezioni che si terranno nel 2009.
La nuova modalità di fare politica è appena iniziata ma già sta sortendo gli effetti desiderate.... GUARDARE PER CREDERE...



mercoledì 19 novembre 2008

CHI SONO

Sono nato a Cento il 3/10/1980 e vivo a Pieve.
Dopo la maturità al Liceo Classico Cevolani di Cento ho conseguito la Laurea in Scienze Politiche (indirizzo politico amministrativo) nel 2004 presso l’Università degli Studi di Bologna.
Dal 2004 al 2005 ho frequentato un master presso Profingest (oggi Alma Graduate School) in organizzazione e sviluppo economico.

Dal 2005 lavoro presso PromoBologna, la società che si occupa di marketing territoriale per il Comune e la Provincia di Bologna, la Camera di Commercio e le Associazioni intercomunali del Territorio.

In questi anni mi sono occupato di economia della creatività, realizzando un progetto sulla filiera cinema-televisioni e prodotti multimediali e uno sulla musica per valorizzare il riconoscimento da parte dell’Unesco di Bologna città creativa della musica.

Ho anche collaborato a questi progetti:
- la realizzazione di una serie di lavori e consulenze sui temi urbanistici e infrastrutturali;
- il supporto all’organizzazione della partecipazione del territorio bolognese ad importanti fiere internazionali come il MIPIM di Cannes e il World Forum for Direct Investment.

Il mio impegno politico risale al 2002, con la mia prima iscrizione all'allora DS. Nel 2004 partecipo attivamente alla campagna elettorale per il rinnovo dell'amministrazione. L'anno dopo essere stato eletto in Consiglio Comunale, divento Capogruppo e Segretario dei DS. Nel 2008 vengo nominato nel Consiglio dell'Unione Reno Galliera, all'interno del quale svolgo anche il ruolo di Capogruppo di maggioranza.